Research

La Biblioteca

Library Readers, 1951
Aerial View
Photo by Mimmo Capone
Library Stacks
Photo by Mimmo Capone
Photo Archive
Photo by Annie Schlechter
Buonanno Folio Reading Room
Photo by Mimmo Capone
Charles Follen McKim
Photo by Jonathan Wallen
Photo Archive
Photo by Annie Schlechter
Library Reader
Photo by Mimmo Capone
Library Stacks
Photo by Mimmo Capone
Buonanno Folio Reading Room
Photo by Mimmo Capone
Buonanno Folio Reading Room
Photo by Mimmo Capone
Library Offices
Photo by Mimmo Capone
Library Reader
Photo by Annie Schlechter
The Arthur Ross Reading Room
Photo by Annie Schlechter
Library Reader
Photo by Annie Schlechter
The Arthur Ross Reading Room
Photo by Annie Schlechter
Library Books
Photo by Annie Schlechter
Barbara Goldsmith Rare Book Room
Library Readers
Photo by Annie Schlechter
Library Readers
Photo by Annie Schlechter
Library Reading Room
Photo by Annie Schlechter
Photo Archive
Library Patrons, 1933
Barbara Goldsmith Rare Book Room, Designed by Michael Graves, FAAR'62, RAAR'79 & Associates, 1996

La Biblioteca

Tranquilla, silenziosa, ridisegnata e rinnovata con eleganza nel 2006-07, la Biblioteca, intitolata ad Arthur e a Janet C. Ross, si trova nell’edificio McKim, costruito sull’antico acquedotto dell’imperatore Traiano e rappresenta una miscela perfetta tra la custodia del passato e la soddisfazione delle esigenze tecnologiche degli studiosi di oggi. La Biblioteca costituisce un santuario unico per ricchezza e sviluppo a disposizione dei membri della comunità dell’Accademia che vi possono trovare tempo e quiete in un ambiente confortevole e in grado, con la vastità dei suoi strumenti, di offrire alla ricerca scoperte inaspettate.

La Biblioteca, parte dell’Unione Romana Biblioteche Scientifiche (URBS), è tutta a scaffale aperto e dispone di tutti i più moderni strumenti di ricerca in un ambiente curato e rilassante perfetto per lo studio indipendente e l’indagine scientifica. La Biblioteca ha nuove sale di lettura nei mezzanini e nel piano seminterrato e dispone complessivamente di circa novanta postazioni di lavoro.

Il cuore della Biblioteca è la grande sala di consultazione dedicata a Arthur Ross, con i suoi splendidi scaffali disegnati da McKim, Mead & White. Affiancano la sala di lettura la sala dei sussidi bibliografici dedicata a Linda Bettman, la sala per lo studio di gruppo intitolata a Frank Brown, la sala destinata ai volumi in folio a nome di Vincent Buonanno e infine la sala dei libri rari, progettata dall’architetto Michael Graves, borsista dell’Accademia nel 1962 e residente invitato nel 1979, e dedicata nel giugno 1996 a Barbara Goldsmith.

Il vasto catalogo della Biblioteca è un tesoro che riunisce collezioni di inestimabile valore nei campi della storia, dell’archeologia, dell’arte di Roma e dell’Italia. Comprende un ricchissimo archivio fotografico, che documenta molti monumenti romani e che registra dettagliatamente il lavoro dei vincitori del Rome Prize del passato, e una raccolta di pezzi archeologici destinata ad usi didattici, piccola ma capace di offrire esempi di reperti di tipologie diverse, come statue, iscrizioni, vasellame e macine.

Grazie agli oltre 150000 volumi dedicati alle discipline classiche e alla storia dell’arte e dell’architettura, la Biblioteca rappresenta un sicuro punto di riferimento per gli studi che riguardano l’arte e l’archeologia del Mediterraneo antico, la letteratura greca e latina, la topografia antica e la storia della città di Roma, le religioni del mondo classico, l’epigrafia, la numismatica e la papirologia.

La collezione di libri rari, costituita essenzialmente da edizioni a stampa dal XVI al XVIII secolo riguardanti studi classici, archeologia, arte e architettura, comprende una ragguardevole raccolta di guide di Roma e di antichi trattati di arte vantando contemporaneamente una disponibilità notevole di testi di arte e architettura contemporanea, di architettura del paesaggio, di storia e letteratura italiana, di letteratura americana, di libri di viaggio storici e di musica. Ogni anno la Biblioteca accoglie circa 2000 nuovi volumi e rinnova l’abbonamento ad approssimativamente 600 periodici e pubblicazioni scientifiche collegati agli ambiti di interesse dell’Accademia.

Gli utenti principali della Biblioteca sono i borsisti e i residenti dell’Accademia. L’accesso è inoltre consentito a studiosi qualificati romani e internazionali, oltre che, naturalmente, agli altri studiosi e artisti ospiti dell’Accademia. Il permesso per l’accesso alle collezioni è rilasciato a studiosi qualificati in possesso di una laurea specialistica e introdotti da una lettera di presentazione: alcune eccezioni, tuttavia, sono accordate per la consultazione di opere non disponibili altrove.

L’American Academy in Rome è membro fondatore dell’URBS e contribuisce al suo catalogo collettivo disponibile online all’indirizzo www.web.reteurbs.org. L’Accademia è anche membro del Research Libraries Group (RLG), parte dell’Online Computer Library Center e del suo Shared Program. Il catalogo della Biblioteca sarà disponibile in Worldcat sul sito www.worldcat.org e sarà inoltre parte del Digital Library for International Research.

Il personale della Biblioteca è composto dal capo bibliotecario, da due vice bibliotecari e da tre assistenti di biblioteca che lavorano a tempo pieno.