Roma Progetto Alimentare Sostenible

About - Rome Sustainable Food Project
A scene from the American Academy in Rome’s kitchen

Sul programma

Fin dal suo lancio ufficiale nel febbraio 2007 Il Rome Sustainable Food Project (RSFP) provvede alle esigenze della comunità dell’American Academy in Rome con un programma di pasti fondato sullo spirito di collaborazione che alimenta la cultura e la convivialità.

Guidati dallo spirito indomabile della cucina romana, ci siamo fissati l’obiettivo di creare un modello di tavola sostenibile al servizio di un’istituzione, che sia riproponibile anche altrove. Nel 2006 Alice Waters concepì il Rome Sustainable Food Project come un impegno eco-gastronomico che prosegiuisse come logica emanazione i valori dell’Accademia.

La tavola dell’Accademia non è semplicemente deliziosa, è un’esperienza che ci riporta ai nostri sensi e che può essere un modello le istituzioni formative ovunque nel mondo.
–Alice Waters

La creazione di un modello

La missione principale del progetto è di nutrire e sostenere la ricerca e la convivialità attorno alla mensa della comunità dell’Accademia.

Un cibo genuino, nutriente e saporito è essenziale per la nostra vita quotidiana. Il RSFP è un modello operativo di tavola pensato per le istituzioni culturali e accademiche che continuerà a crescere organicamente e ad integrarsi sempre più nella cultura dell’AAR. Guidati dallo spirito indomabile della cucina romana, ci siamo fissati l’obiettivo di creare un modello di tavola sostenibile al servizio di un’istituzione, che sia riproponibile anche altrove. Chiamata ai tavoli del cortile del RSFP, la comunità dell’American Academy in Rome si unisce ad una deliziosa rivoluzione tesa a ripensare completamente l’idea di pasto in un’istituzione. Allo stesso modo degli umanisti, noi guardiano alle radici della tradizione culinaria romana con il punto di vista fresco della gastronomia sostenibile. Questa rinascita ha dato impulso ad una nuova e autentica cucina, unica nel contesto intellettuale qual è l’Accademia. Il nostro cibo, ispirato alla cucina romana, allo stile del ristorante Chez Panisse e alle esperienze messe in comune di quanti lavorano nella cucina dell’AAR, ha creato una vera e propria narrazione commestibile nei nostri pasti consumati assieme. Semplici, saporiti e nutrienti, i nostri pasti nutrono con consapevolezza la piccola comunità di artisti e studiosi adattandosi perfettamente alla sua cultura.

Il RSFP è membro della comunità Slow Food di Roma ed è attivamente impegnato nella gastronomia stagionale, sostenibile e nutriente. I nostri menu traggono ispirazione dalla storia gastronomica del Lazio e dalla cultura dell’Accademia. Allo stesso modo della Slow Food International, facciamo della ricerca di qualità, pulizia ed equilibrio il fulcro della nostra filosofia gastronomica. Cuciniamo cibi stagionali e in maniera sostenibile; i nostri menu si fondano sui prodotti stagionali e biologici dei nostri produttori locali e alle tecniche culinarie romane e laziali. Non si tratta di un ristorante: prepariamo ogni giorno i nostri piatti per lo stesso gruppo di persone prestando grande attenzione all’equilibrio nutrizionale, ad un mangiare intelligente e ad un consumo consapevole.

Cucina RSFP

La cucina RSFP, aperta dal lunedì al sabato (non vengono serviti i pasti la domenica), serve quotidianamente circa 120 membri della comunità dell’Accademia e i loro ospiti ad ogni pasto. Durante la settimana degli amministratori fiduciari a maggio-giugno e nei mesi estivi, il numero dei pasti può avvicinarsi a 180.

Il pranzo è servito a buffet mentre la cena è servita al tavolo o su piatti passati al tavolo. Ogni mattina il pasticcere prepara muffin e focaccine da vendere nel bar dell’Academy e nel pomeriggio biscotti italiani e americani per il tè della biblioteca.

La cucina prepara anche pranzi al sacco per i ragazzi che sono fuori durante il pranzo. Biscotti fatti in casa, muesli, mandorle tostate a secco e marmellata sono tutti venduti al bar come parte del programma alimentare RSFP. Inoltre, l’RSFP offre cocktail, eventi speciali e pause caffè durante gli incontri e le lezioni dell’Accademia.

L’orto dell’Accademia

Nell’autunno del 2008, con l’assistenza dei giardinieri dell’Accademia, il Rome Sustainable Food Project ha iniziato a coltivare le quindici aiuole dedicate alla coltivazione nel giardino dell’Accademia, dedicato a Mercedes T. e a Sid R. Bass. Entusiasta di mettere la mani nella terra, il RSFP dedica un intero giorno a settimana ai lavori nell’orto. La cucina ha raccolto dall’orto molte verdure meravigliose da servire ai pasti: insalate, cavoli, erbe aromatiche e ravanelli. I giovani cuochi, i borsisti dell’Accademia e i loro familiari hanno davvero il desiderio di imparare quanto più possibile sulla coltivazione degli alimenti e trovano un grande piacere nel lavorare all’orto con le proprie mani. Il RSFP è orgoglioso di cucinare e servire i propri ortaggi alla comunità dell’Accademia e di ricollegare la cultura accademica all’agricoltura romana.

Il tirocinio

Il programma che permette a tirocinanti e cuochi esterni di collaborare con il RSFP è una componente dinamica e essenziale del progetto. Giovani tirocinanti e aspiranti cuochi sono immersi nel lavoro quotidiano della preparazione dei pasti per la comunità dell’Accademia. Sin dal loro arrivo a Roma, i tirocinanti diventano parte integrante della cucina e più in generale della comunità dell’Accademia. Per un periodo di tempo compreso tra tre e cinque mesi i tirocinanti vivono negli spazi dell’Accademia lavorando la mattina e/o la sera in cucina e nell’orto per cinque giorni a settimana.

L’esperienza garantisce un’immersione unica nella lingua e nella gastronomia italiane, poiché i tirocinanti lavorano fianco a fianco con gli chef e con il personale italiano della cucina. Il programma di tirocinio. Il programma di tirocinio è una splendida testimonianza del continuo impegno del RSFP per il futuro della gastronomia sostenibile. Per partecipare al tirocinio, o per ricoprire una delle posizioni di cuoco aggiunto, con il Rome Sustainable Food Project dell’American Academy in Rome, si prega di inviare la domanda di partecipazione almeno tre mesi prima della data di inizio desiderata; tale domanda dovrà essere corredata di una lettera di presentazione, di un curriculum vitae aggiornato e di due lettere di presentazione da parte di datori di lavoro o insegnanti. Contattare rsfp [at] aarome.org per richiedere il pacchetto informativo o consultare la pagina Tirocinio per maggiori informazioni.

Il Bar dell’Accademia

Immerso nella storia, il bar dell’American Academy in Rome è il fulcro vivace delle sue attività sociali. Nel 2009 il bar è stato completamente ristrutturato grazie ad una generosa donazione di Richard L. Grubman, membro del consiglio di amministrazione dell’Accademia. All’ora di colazione con un cappuccino o per l’aperitivo serale, tutti i membri della comunità, dai borsisti ai residenti ai visitatori al personale, si riuniscono attorno al bar e ai tavoli e si prendono una pausa dal lavoro, scambiandosi pensieri e godendo della compagnia reciproca. Nel bar i ritratti dei borsisti degli anni precedenti ricoprono le pareti, e i dolci appena sfornati del Sustainable Food Project vengono venduti caldi ogni mattina: è un luogo ideale per gli scambi culturali ed è una parte davvero essenziale della cultura dell’Accademia.